Contributi badanti 2019: cosa sono e come calcolarli?

09 gennaio 2019 / di Redazione

Hai recentemente assunto una badante o ti trovi per la prima volta a doverle pagare i contributi, ma non sai cosa sono e come calcolarli? Questo è l'articolo che fa giusto al caso tuo, continua a leggere per sapere di più in merito ai contributi.

Cosa sono i contributi?

I contributi sono tecnicamente definiti prelievi coattivi che vengono fatti dalla pubblica amministrazione per un soggetto. Si tratta di specifici pagamenti, fini a garantire la spesa pubblica. Nel caso dei lavoratori, si tratta di un somma di denaro che viene pagata in modo aggiuntivo al lavoratore per lavori o servizi offerti.

Badanti e contributi

Nel caso della badanti, come per tutti i lavoratori domestici, il pagamento dei contributi ha scadenza trimestrale e dovrà seguire le scadenze e le indicazioni precise che vengono fornite dall'Inps e del Mav. Per chi ha assunto una badante, deve rinnovare il contratto quest'anno o assumerla, dovrà procedere al versamento del Mav entro il 10 gennaio 2018, in modo tale da pagare i contribuiti Inps. Solitamente, le scadenze trimestrali si aggirano sempre verso il 10 del mese, quest'anno le scadenze sono state stabilite per:

  • 10 gennaio 2019
  • 10 aprile 2019
  • 10 luglio 2019
  • 10 ottobre 2019

In questo modo pagherai relativamente i contributi del IV trimestre dell'anno 2018, il primo trimestre, il secondo e il terzo trimestre 2019. Ecco alcuni esempi per capire meglio come avviene il pagamento dei contributi:

  • se, per esempio, assumerai il lavoratore dopo il 10 gennaio, dovrai pagare i contributi entro il 10 aprile
  • se, per esempio, hai assunto una badante prima del 10 gennaio e dopo il mese di ottobre 2018, dovrai pagare i contributi entro l'1 gennaio 2019

Nel caso in cui il contratto di lavoro venga disdetto causa cessazione e licenziamento, i termini del pagamento dei contributi cambieranno e dovranno essere pagati entro 10 giorni dalla fine del rapporto lavorativo.

Calcolo contributi badante

Se ti stai preparando a pagare i contribuiti, sappi che domani sarà l'ultimo giorno che avrai a tua disposizione per pagare i contributi del 2018. Per procedere con il pagamento, dovrai calcolare il valore dei contributi da retribuire. Si tratta di un calcolo molto semplice e veloce! Non dovrai fare altro che prendere in considerazione le ore di lavoro settimanali svolte dalla badante e la retribuzione lorda che dovrai avere già segnalato all'Inps quando hai assunto precedentemente il lavoratore. Una volta che sarai in possesso della retribuzione oraria precisa, dovrai procedere con il calcolo dei contributi prendendo in considerazione la tabella apposita dell'Inps che stabilisce il contributo da applicare in relazione a specifici casi. Tali contributi da applicare nel calcolo,variano in base al contratto, per esempio se si tratta di contratto determinato, in cui il valore è maggiore, o indeterminato.

Prendiamo, per esempio, in considerazione un contratto di lavoro a tempo indeterminato, in cui all'ora l'importo, che corrisponde a 1,57 euro dovrà essere moltiplicato per le ore lavorative di 13 settimane, ovvero 468 ore ogni tre mesi lavorando per sei ore al giorno per sei giorni la settimana. Dovrai moltiplicare il numero di ore lavorate in tre mesi per il valore retribuito all'ora, in questo modo troverai il valore che dovrai retribuire al lavoratore. Ricorda che anche al lavoratore spetta il pagamento dei contributi, che potrai quindi sottrarre direttamente dallo stipendio concordandoti direttamente con lo stesso al momento della stipula del contratto.

Se credi non avere tempo a sufficienza e conoscenze specifiche per svolgere queste pratiche, potrai richiedere un consulto alla nostra agenzia di collocamento badanti. Santa Rosa Assistenza ti fornirà tutto il supporto di cui necessiti!

Scritto da Redazione