Come scegliere l'idea per un'attività imprenditoriale?

27 novembre 2019 / di Redazione

Quando si decide di aprire un'attività è, fondamentale, tenere a mente alcuni passaggi che consentono di lavorare in modo preciso, intelligente e diminuendo il rischio di impresa. Centrale, ma di unica importanza, è il ruolo dell'idea. In questo articolo si analizza il percorso per sviluppare e scegliere l'idea per un'attività imprenditoriale.

Come sviluppare un'idea?

Ci sono molti modi di sviluppare un'idea imprenditoriale, alcuni possono essere totalmente innovativi oppure altre idee possono solamente derivare da altre idee nel mercato. Lo sviluppo delle idee può derivare da:

  • un bisogno o un problema personale o di una persona vicina che fa scaturire un'idea
  • viaggi o conoscenza di culture, ambienti, paesi differenti che hanno sviluppato una società differente alla nostra. Da questi è possibile attingere a moltissime idee poiché la loro società probabilmente si basa su bisogni differenti che però possono funzionare anche in un paese differente come l'Italia.
  • capacità di unire e prendere ciò che c'è di buono in altre aziende.
  • scegliere un'idea imprenditoriale tra quelle già presenti nel mercato, per esempio attraverso l'apertura di un franchising.

Come scegliere l'idea per un'attività imprenditoriale?

Molte persone credono che per diventare imprenditori serva solamente trovare l'idea geniale. Sicuramente, trovare un'idea di basi solide, che risulti innovativa e geniale è fondamentale, ma non di prima importanza nella riuscita di un'azienda. Infatti, è necessario valutare come questa idea sia realizzabile. Nel caso in cui si trovi un'idea geniale, ma di improbabile riuscita nella realizzazione, è necessario scartarla a priori, evitando di concentrarsi su realtà irrealistiche. Mantenere accesa la propria fantasia e creatività è sicuramente ciò che fa la differenza, ma è anche necessario analizzare in ogni suo carattere l'idea che si è presa in considerazione. Per capire se un'idea è realizzabile e ottimale bisogna porsi le seguenti domande:

  • si hanno fondi e capitali sufficienti per realizzare questa idea? Qual'è il prospetto economico per la realizzazione?
  • si possiedono le conoscenze e le abilità per realizzarla?
  • si ha la possibilità di contattare e assumere esperti necessari nei diversi ambiti utili a realizzare l'idea?
  • qual'è il rischio di impresa e qual'è il margine?
  • quali sono i tempi di realizzazione?
  • all'interno dell'attività quante persone è necessario impiegare, tenendo conto di segretari, project manager, account, analisti programmatori, responsabili dei diversi settori:legale, di business, marketing, sicurezza ecc, finanza, brand manager, ricercatori, risorse umane ecc.
  • qual'è il bisogno della popolazione (potenziale target di clienti) che si va a soddisfare con l'azienda? C'è domanda da parte della popolazione?
  • secondo un prospetto e dati statistici, le uscite economiche per la realizzazione e il mantenimento dell'azienda verranno superate dalle entrate?Quali sono i fattori da prendere in considerazione per la riuscita o il fallimento dell'azienda? Su cosa puntare per portare all'aumento delle entrate?

 

Da questo articolo, si è capito come l'idea imprenditoriale sia fondamentale,ma debba essere soprattutto realizzabile e ben studiata in ogni sua parte. Per ottenere maggiori consigli imprenditoriali, capire come far funzionare la propria azienda e saperne di più è uscito il best seller Amazon di Santa Rosa Assistenza

Argomenti: Per gli Affiliati

Scritto da Redazione